Continuità nella professione o continuità nell’oppressione?

Enzo Pellegrin

Credo che nessuno abbia compreso sino in fondo cosa significhi il “regolamento di continuità professionale” per gli avvocati emanato pochi giorni fa dal Ministro Orlando, in attuazione dell’art. 21, comma 1, della legge professionale forense, la l. n. 247/2012

Prevede l’automatica cancellazione per chi ha meno di cinque affari l’anno, non dispone di requisiti basilari come un fax, un telefono, una posta certificata, un’assicurazione professionale (anche se di questo ultimo – ma più importante per il cittadino – requisito non ne sono ancora stati determinati i contenuti minimi).

1946-40

Chi non rientra viene cancellato e non può reiscriversi e lavorare se non sono passati almeno 12 mesi dalla cancellazione, eccetto casi minimi di assenza di pec, mail o fax.

Fin qui, niente apparentemente da obiettare. Sono – tutto sommato – requisiti minimi, affrontabili.

Si era tuttavia provato Continua a leggere “Continuità nella professione o continuità nell’oppressione?”

La persecuzione dei Curdi in Turchia

da: www.resistenze.org – popoli resistenti – turchia – 29-02-16 – n. 578

Brian Cloughley | strategic-culture.org
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

78e596c3-fa7c-47f7-b7e0-60131c6ed20e

25/02/2016

Il popolo curdo è salito all’onore delle cronache principalmente perché è stato accusato di essere coinvolto nell’attentato di Ankara del 17 febbraio e per il bombardamento, da parte turca, della regione di Kobane, dove i curdi delle Unità di Protezione Popolare, la YPG, sostenuta dagli USA, stanno combattendo gli estremisti dello Stato Islamico. La notizia più importante, comunque, è che il Presidente turco Recep Tayyip Erdogan è determinato nell’annientare i quindici milioni di Curdi in Turchia, un quinto della sua popolazione, e sta portando avanti questa campagna in modo spudoratamente brutale. Continua a leggere “La persecuzione dei Curdi in Turchia”

Il Canada alla sbarra perché vende armi al terrore

Il Canada vende armi ad uno stato che sostiene il terrorismo:
azione legale collettiva contro Ottawa per una fornitura da 15 miliardi all’esercito saudita

timthumb.php

Prof. Michel Chossudovsky
globalresearch.ca 10 febbraio 2016
Traduzione per resistenze.org, a cura del Centro Di Cultura e Documentazione Popolare.

Il governo canadese del Primo Ministro Justine Trudeau è oggetto di un’azione legale collettiva presso la Corte Superiore del Quebec per la vendita di 15 miliardi di dollari all’Arabia Saudita. E’ previsto anche un ricorso alla Corte Federale. Continua a leggere “Il Canada alla sbarra perché vende armi al terrore”

Quando si tocca il sionismo scatta la censura preventiva

Enzo Pellegrin

Pubblicato sul numero 574 di Resistenze.org

La presentazione del libro “Sionismo: il vero nemico degli Ebrei” di Alan Hart, con prefazione di Diego Siragusa presso la sezione ANPI di Roma “Don Pappagallo” ha generato sconcerto?

Forse sì, non però la presentazione del libro, bensì la scandalosa marcia all’indietro del Presidente Nazionale dell’ANPI Carlo Smuraglia, nonché del Presidente dell’ANPI provinciale di Roma, Ernesto Nassi. Continua a leggere “Quando si tocca il sionismo scatta la censura preventiva”

Nella società capitalista nessun diritto è gratis

Enzo Pellegrin

Le colorate manifestazioni a sostegno delle “unioni civili” hanno posto in secondo piano la furia di una tempesta abbattutasi per pochi giorni sulla società italiana. Nulla a che vedere con le tormente di neve americane. Si parla di elementi ben più violenti e non naturali: una tempesta finanziaria. Il crollo dei titoli bancari degli scorsi giorni ha rivelato importanti dettagli sulla direzione presa dalle società capitaliste nei deboli paesi del sud europa, tutti quanti interessati – guarda caso – da un insolito attivismo riformatore in materia di cosiddetti “diritti civili”. E’ come se si fosse aperto per un attimo il cofano motore di un veicolo complesso e straordinario consentendo ai più curiosi ed attenti di carpire importanti informazioni. Come spesso succede, molti avevano la testa girata da un’altra parte. Continua a leggere “Nella società capitalista nessun diritto è gratis”

TTIP: Saranno d’accordo i governi a cedere massicciamente gran parte della loro sovranità al capitale transnazionale?

Boraest è convinta che la lotta a tutte le guerre sia una lotta contro l’imperialismo e l’egemonia economica che il capitale globalizzato mette sempre più sfacciatamente in campo contro ogni stato sovrano e contro ogni popolo che tenti di difendere il proprio diritto all’autodeterminazione. Per questo motivo si vuole ricordare che il capitale transnazionale sta facendo digerire agli stati sovrani gli accordi di partenariato commerciale, accordi dove la sovranità non conta più nulla ed è colpita da azioni legali miliardarie ogni volta che ostacola gli interessi economici delle corporations. La lex capitalis, appunto. Dall’imperialismo e dal capitalismo nasce la guerra.

Global Research, 17 gennaio 2016.

da Our Birmingham, 16 gennaio 2016.

Traduzione di boraest.

ttip-header

Roger Godsiff, deputato verde di Birmingham, ha proposto un’interrogazione parlamentare chiedendo se il Governo fosse disposto a riconsiderare il suo appoggio al Trattato Transatlantico di Partenariato per gli investimenti ed il commercio Continua a leggere “TTIP: Saranno d’accordo i governi a cedere massicciamente gran parte della loro sovranità al capitale transnazionale?”

Il buon diritto della Repubblica Popolare Democratica di Corea

Boraest riceve e pubblica:

10 gennaio 2016.

IL BUON DIRITTO DELLA REPUBBLICA POPOLARE DEMOCRATICA DI COREA

2000px-emblem_of_north_korea-svg

Qualcuno ha mai sentito questi nomi: Totality, Strategic Vulnerability, Pincher, Bushwacker, Broiler, Frolic, Grabber, Sizzle, Fleetwood, Halfmoon, Dublestar, Trojan, Shakedown, Offtakle, Crosspiece, Dropshot, Strategic Air Command (SAC), Basic War Plan/1950, SAC Basic War Plan/1956, SAC Basic War Plan/1957?
Sono i nomi dei piani operativi approvati dal 1945 al 1957 dagli USA per la distruzione atomica dell’Unione Sovietica, Continua a leggere “Il buon diritto della Repubblica Popolare Democratica di Corea”

Una crisi peggiore dell’ISIS? Iniziano i Bail-in delle Banche. I vostri risparmi possono essere spazzati via in un grande crack dei derivati.

Ellen Brown (*)

Global Research, 29 dicembre 2015.
Traduzione per resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare.

kwn-pento-i-4122015

Mentre i media mainstream si focalizzano sugli estremisti dell’ISIS, una minaccia che è passata sotto silenzio è quella per cui i vostri risparmi possono essere spazzati via da un massiccio crack dei titoli derivati. Il salvataggio delle banche con garanzia pubblica interna (bail-in) sono già in corso in Europa, mentre una simile rimedio è in corso di adozione negli USA. Intanto la povertà uccide. Continua a leggere “Una crisi peggiore dell’ISIS? Iniziano i Bail-in delle Banche. I vostri risparmi possono essere spazzati via in un grande crack dei derivati.”

Il contrabbando del petrolio tra Turchia e ISIL: Anche gli USA e la NATO sono coinvolti.

di Mahdi Darius Nazemroaya
Globalresearch.ca 4 gennaio 2016
originariamente pubblicato dalla Strategic Culture Foundation 20.12.2015.
Traduzione per Resistenze.org a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare

Turkish-and-NATO-flags

Il governo turco non agisce da solo in Siria ed Iraq. La leadership corrotta del governo regionale del Kurdistan, la Gran Bretagna, Israele e gli Stati Uniti sono altrettanto coinvolti. Essi hanno giocato un ruolo diretto od indiretto anche nel furto del petrolio. Continua a leggere “Il contrabbando del petrolio tra Turchia e ISIL: Anche gli USA e la NATO sono coinvolti.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: