Torino: Il problema non è il bilancio, ma servizi sociali e posti di lavoro

www.resistenze.org – osservatorio – italia – politica e società – 19-10-17 – n. 648

Enzo Pellegrin

19/10/2017

Il teatrino delle forze politiche cittadine si concentra in questi giorni sull’iscrizione del sindaco Appendino nel registro degli indagati, per falso ideologico nel bilancio comunale.
Ad Appendino e al factotum Giordana viene contestato di aver mentito su un debito di 5 milioni di Euro che il Comune doveva restituire alla REAM (immobiliare legata alle fondazioni bancarie), una volta che aveva deciso di condividere la decisione della Giunta Fassino di affidare lo sfruttamento dell’Area ex Westinghouse alla cordata Amteco Majora (leggi Esselunga).
Dallo sfruttamento commerciale dell’area, la giunta riceverà 19,5 milioni di Euro da Amteco Majora, ma così decidendo avrebbe dovuto restituire a REAM i 5 milioni che aveva pagato al Comune per il suo diritto di prelazione, Soldi che l’amministratore di Ream gli aveva puntualmente richiesto indietro con lettera del 6 dicembre 2016.
Giordana, con il concorso della sindaca avrebbe chiesto al funzionario comunale che istruisce il bilancio di citare solo le entrate dell’operazione ex Westinghouse, ma non le uscite (5 milioni). Giordana sperava in una dilazione da parte di REAM che poi in effetti è avvenuta.
Cosmesi di bilancio: si voleva far vedere di avere a disposizione 19 milioni anzichè 19 milioni meno cinque di perdita?

130308282-746f80de-03df-4509-85da-7ce96a9b3769

Sono forse questi cavilli legali il problema delle classi popolari della città?
Certo, quando erano all’opposizione, i sodali della Appendino hanno sempre levato gli strali contro simili operazioni cosmetiche, gridando alla “mancanza di onestà” o di trasparenza.
Legittimità o meno di questi trucchi da ragioniere, il problema vero resta invece la clamorosa retromarcia sul destino dell’area ex Westinghouse.
Anche lì, quand’erano sui banchi all’opposizione, Appendino e soci gridavano al consumo del verde e del territorio, organizzavano manifestazioni e comitati per denunciare la giunta Fassino, la quale – per fare cassa – consumava territorio nell’ennesima area commerciale.
Appena in carica, la giunta Appendino ha fatto le stesse ed identiche cose del suo predecessore, per fare cassa, rimangiandosi completamente le promesse elettorali al “Comitato ex Westinghouse” dei cittadini di san Paolo. CONTINUA A LEGGERE

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...